Il progetto EURECS-Etiopia mira ad aumentare la trasparenza, la credibilità e la fiducia verso la Commissione Elettorale Nazionale.
Il sostegno alla democrazia è al centro della Politica Estera e di Sicurezza Comune (PESC) dell'UE e della cooperazione allo sviluppo dell'UE con i paesi partner. L'UE fornisce un ampio sostegno alle iniziative e ai programmi che cercano di sviluppare e rafforzare i diritti umani, le istituzioni democratiche e lo stato di diritto nei paesi partner.

Dall'inizio degli anni '90, una clausola sui diritti umani è stata inclusa in tutti gli accordi dell'UE con i paesi partner, in particolare l'accordo di Cotonou (2000) con i paesi dell'Africa, dei Caraibi e del Pacifico (ACP), che ha istituito il Fondo europeo di sviluppo (EDF).
L'UE in Etiopia e in Germania intende attuare una strategia di sostegno a lungo termine nel quadro dello sviluppo democratico e del sostegno al buon governo. Le azioni a sostegno della democratizzazione e del rispetto dei diritti umani, compreso il diritto di partecipare alla formazione dei governi attraverso elezioni libere ed eque, possono dare un importante contributo alla pace, alla sicurezza e alla prevenzione dei conflitti.

In questo contesto, l'UE ha stabilito un "pacchetto democratico" composto da quattro diversi interventi relativi al contesto generale delle elezioni generali del 2020, per una dotazione approssimativa di 22,95 milioni di euro:

  • Risposta Europea a Sostegno del Ciclo Elettorale in Etiopia (EURECS Etiopia) (16,55 milioni di euro, finanziato dall'Unione europea nell'ambito del Fondo europeo di sviluppo (FES) e dalla KFW per conto del governo tedesco e attuato da ECES);
  • Prevenzione, Mitigazione e Gestione dei Conflitti Elettorali e delle Violenze Potenziali (PEV-Etiopia) (3,6 milioni di euro, finanziati dall'Unione europea nell'ambito dell'IcSP-FPI e attuati dal Centro europeo per il sostegno elettorale (ECES);
  • Sostegno al Dialogo tra i Partiti Politici Etiopi (1,8 milioni di euro, finanziato dall'Unione europea nell'ambito dell'IcSP-FPI e attuato dall'Istituto olandese per la democrazia pluripartitica (NIMD));
  • Creare un Ambiente per un Dialogo Inclusivo e Basato sulla Conoscenza del Processo Politico in Etiopia (1 milione di euro, finanziato nell'ambito dello strumento che contribuisce alla stabilità e alla pace dello strumento di politica estera (IcSP-FPI) e attuato dall'International IDEA.

EURECS-Etiopia e PEV Etiopia
In questo quadro, il progetto "Risposta europea al sostegno del ciclo elettorale in Etiopia" (EURECS-Ethiopia) è stato lanciato ad Addis Abeba nell'ottobre 2019, per un periodo di programmazione di 36 mesi. Il progetto da 16,55 milioni di euro è finanziato dall'Unione Europea nell'ambito del Fondo Monetario Europeo (EDF) per un importo complessivo di 7 milioni di euro, e dalla Banca Tedesca di Sviluppo (KFW) per conto del governo tedesco, per un importo complessivo di 9,55 milioni di euro.
Questo progetto mira a rafforzare il Consiglio Nazionale Elettorale dell'Etiopia (NEBE) per elevare il profilo di un'istituzione indipendente, credibile ed efficace che garantisca processi elettorali inclusivi e democratici in Etiopia. L'azione cerca di contribuire ad aumentare la trasparenza, la credibilità e la fiducia del pubblico nel NEBE, così come nel processo elettorale.

Il progetto EURECS è attuato in sinergia con il progetto PEV-Etiopia (iniziato nel giugno 2019), anch'esso guidato da ECES e interamente finanziato dall'Unione Europea. L'obiettivo del progetto PEV è quello di contribuire a prevenire, mitigare e gestire i conflitti che possono sorgere durante il ciclo elettorale, aiutando gli attori non statali ad affrontare le cause alla radice della violenza e dei conflitti legati alle elezioni.
Entrambi i progetti PEV ed EURECS si basano sulle missioni di identificazione e formulazione condotte da ECES nel dicembre 2018 e sulla successiva presenza prolungata del personale di ECES in Etiopia. L'architettura concepita da ECES assicura che le azioni PEV-Etiopia siano complementari a quelle del progetto EURECS-Etiopia. Insieme, i due progetti offrono un supporto che rafforza i reciproci obiettivi e si rivolgono sia agli elementi interni che esterni al ciclo elettorale e si rivolgono a tutti gli stakeholder elettorali più rilevanti.
Alla luce del processo di riforma in corso in Etiopia - iniziato con la nomina del Primo Ministro Dr. Abiy Ahmed nell'aprile 2018 - è fondamentale che il comitato elettorale sia adeguatamente attrezzato per svolgere il suo mandato fondamentale di svolgimento di elezioni credibili, lavorando nel contempo per garantire la sostenibilità dei guadagni democratici al di là di questa azione e dei prossimi cicli elettorali. Con questo obiettivo generale in mente, il NEBE è il principale beneficiario delle attività del progetto EURECS, attuato da ECES e dai suoi partner con sede in Etiopia da oltre un decennio, il Forum delle Federazioni (FoF) e GOInnovation.

Il progetto non solo al NEBE il rafforzamento delle capacità e il supporto istituzionale, ma offrirà anche un'opportunità di formazione sul posto di lavoro per il personale chiave del NEBE, pianificando, implementando e valutando congiuntamente le attività previste all'interno di questo progetto.
I tre risultati attesi di EURECS Etiopia si basano sull'installazione di un più alto grado di fiducia pubblica nel Consiglio nazionale elettorale dell'Etiopia NEBE, seguendo così le linee guida di EURECS di fornire meccanismi innovativi per l'assistenza elettorale e per la democrazia coerenti con i valori europei e le politiche dell'UE, al fine di garantire un approccio veramente globale e più sostenibile. Queste sono le condizioni fondamentali per un'efficace gestione e leadership elettorale in Etiopia nel ciclo elettorale 2020-2025.
Visita il sito web ufficiale del progetto: http://democracy-support.eu/ethiopia/.